Loading...

Miele: quale scegliere per i nostri dolci?

Quando parliamo di miele, ci riferiamo al nettare dorato prodotto dalle api che arricchisce i nostri piatti in tavola. Tuttavia di miele esistono tipologie diverse, ognuna delle quali è più adatta a un uso piuttosto che a un altro.

La materia prima è sempre il nettare dei fiori, ma questo può essere estratto anche da piante molto diverse tra loro. Di conseguenza caratteristiche come colore, profumo e aroma possono cambiare da caso a caso.

Utilizzare il miele sbagliato per una ricetta può compromettere la riuscita del piatto stesso. Bisogna, quindi, fare un po’ di attenzione. Per facilitarvi nella scelta, qui di seguito vi abbiamo elencato le categorie di miele più indicate per la preparazioni dei dolci. Continuate a leggere.

Miele per dolci: le tipologie più comuni

  • Miele di acacia: probabilmente il miele più indicato per questo utilizzo. Ha un sapore delicato, dolce e lieve. Ha un colore giallo chiaro e il suo aroma ha un piacevole retrogusto di mandorle.
  • Miele di arancio: una valida alternativa allo zucchero nelle ricette dolci, sia che si tratti di impasti per biscotti, ciambelle, plumcake, sia anche per aromatizzare delle creme, conferendo al piatto il profumo caratteristico dell’agrume.
  • Miele millefiori: come suggerisce il nome stesso, questa tipologia è prodotta a partire dal nettare di specie diverse di fiori. Senza dubbio questo aspetto arricchisce il miele, ma il risultato finale potrebbe non essere del tutto dolce. Scegliete quindi un miele millefiori tendenzialmente dolce.

Quelle più originali o da evitare

  • Miele di eucalipto e di lavanda: il primo viene utilizzato per dolcificare le bevande, ma anche biscotti, torte e dolci in generale. Il secondo conferisce un profumo caratteristico alle preparazioni di pasticceria e un sapore leggero.
  • Miele di lupinella: ha un colorito chiaro, tendente al bianco. Questo miele è meno noto di altri, ma le sue caratteristiche lo rendono adatto a più usi, tra cui i dolci perché ha un sapore delicato con note fruttate.

Infine, evitate il miele di castagno o di tarassaco. Sono entrambi poco indicati per preparare dei dolci perché hanno un sapore abbastanza amaro e forte.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons