Loading...

Amaretti di Saronno: come farli a casa come in pasticceria

ricetta amaretti secchi SaronnoGli autentici amaretti di Saronno sono prodotti – sin da fine Ottocento – dall’azienda dolciaria D. Lazzaroni & C., che ancora oggi detiene il marchio registrato “Amaretto di Saronno”.

Si tratta di biscotti secchi e friabili, caratterizzati da uno spiccato sapore di mandorle, le quali – d’altra parte – costituiscono l’ingrediente principale di questi dolcetti.

Vorreste preparare a casa degli amaretti secchi molto simili agli originali e rinomati amaretti di Saronno? Ecco gli ingredienti che vi occorrono e come dovete procedere.

La ricetta

Ingredienti (per 6-8 persone)

  • 150 g di mandorle dolci non spellate
  • 100 g di mandorle amare non spellate
  • 750 g di zucchero semolato + q.b per ricoprire gli amaretti
  • 3 albumi d’uovo
  • 0,5 g di bicarbonato di ammonio

Procedimento

Cominciate la realizzazione degli amaretti mescolando lo zucchero semolato con il bicarbonato di ammonio.

Quindi, mettetene metà nel mixer ed aggiungete ad essi sia le mandorle dolci sia quelle amare, intere oppure divise a metà (l’importante è che non le priviate della pellicina marrone che le riveste).

Tritate gli ingredienti insieme per 2-3 minuti. Poi, unite i restanti zucchero e bicarbonato ed azionate nuovamente il mixer, tritando il tutto fin quando non avrete ottenuto una polvere molto fine.

Quindi, trasferite il composto ottenuto in una ciotola.

In un recipiente a parte ponete gli albumi d’uovo e sbatteteli leggermente con una forchetta. Poi, uniteli al composto di mandorle, zucchero semolato e bicarbonato di ammonio. Mescolate bene con un cucchiaio, in modo che tutti gli ingredienti si amalgamino perfettamente gli uni agli altri: dovrete ottenere un impasto il più possibile omogeneo.

Riempite d’acqua una ciotola e versate 5-6 cucchiai di zucchero semolato in un piatto piano (se in corso d’opera doveste accorgervi che vi occorre dell’altro zucchero, non dovrete fare altro che aggiungerne un altro po’).

Bagnatevi le mani e prelevate una piccola quantità dell’impasto dei vostri amaretti (procedere con le mani bagnate vi aiuterà a lavorare l’impasto con maggiore facilità, senza che questo risulti appiccicoso). Facendolo roteare delicatamente tra i palmi, dategli la forma di una pallina e, poi, rotolate per bene questa nello zucchero semolato.

Quindi, ponete la pallina su una teglia rivestita con carta da forno.

Eseguite le stesse operazioni – fino ad esaurire l’impasto – per realizzare gli altri amaretti, ricordandovi di inumidirvi le mani ogni volta che vi accingete a preparare un nuovo biscottino.

A mano a mano che gli amaretti sono pronti e ben inzuccherati, adagiateli sulla teglia da forno, facendo attenzione a porli ad una distanza di almeno un 1,5-2 cm l’uno dall’altro, per evitare che – dilatandosi durante la cottura – si attacchino tra loro.

Quindi, fate cuocere gli amaretti in forno caldo a 170°C per circa 15 minuti o fin quando non risulteranno dorati.

Una volta sfornati, lasciate che si raffreddino completamente.

A questo punto, i vostri amaretti secchi sono pronti per essere disposti su un bel vassoio, serviti agli ospiti e gustati, magari accompagnati da un buon caffè o da una tazza di tè caldo.

E se volete rendere ancora migliore la presentazione di questi dolcetti, avvolgete ciascuno amaretto in un semplice incarto fatto di carta velina colorata!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons