Loading...

Burro di arachidi: che cos’è e la ricetta per farlo in casa

Una delle creme spalmabili più gustose e sane in commercio è il burro di arachidi e sembra sia davvero uno degli snack più gettonati del momento.

Amatissimo dagli americani oggi sembra prendere piede sempre di più anche nelle nostre dispense.

Burro di arachidi: proprietà e impieghi

Dobbiamo innanzitutto dire che il burro di arachidi è una crema che si ricava dalla tostatura e macinatura dei semi di arachide.

Una delizia decisamente proteica e piena di energie e di largo impiego negli ambienti sportivi.

Il suo ingrediente principale, il seme di arachide, contiene circa 500 kcal per 100 gr, fonte calorica rilevante ma ricca di grassi “buoni” e velocemente assimilabili quali ad esempio l’acido linoleico.

Importante è anche la presenza di minerali quali fosforo, zinco, manganese, ferro e di vitamine del gruppo B e vitamina E.

Il burro di arachidi può essere usato in svariati modi, come sostituto del burro per cuocere cibi o a crudo per la colazione o per lo spuntino.

Gli americani lo usano spalmandolo sul pane da solo o in abbinamento alla marmellata, ma può essere usato anche negli impasti dei nostri dolci per far sì che siano più soffici.

Si può usare nelle vellutate o nelle zuppe per renderle saporite e cremose, come salsa per arricchire le insalate, come topping per una coppa di gelato, come aggiunta gustosa nei frullati, insomma è un alimento decisamente valido in molti abbinamenti culinari.

Ingredienti per la preparazione del burro di arachidi

La ricetta per preparare questa crema è decisamente semplice, abbiamo solo bisogno di:

  • 500 gr di arachidi con guscio;
  • 6 gr di miele;
  • Un cucchiaio di olio EVO;
  • 5 gr di sale.

Procedimento

Innanzitutto bisogna sgusciare le arachidi e togliere anche la pellicina che le riveste, disporle in una teglia e farle tostare in forno già caldo a 180 gradi per cinque o sei minuti.

Dopo averle fatte raffreddare vanno inserite in un frullatore insieme al miele, al sale e al cucchiaio di olio extravergine di oliva e frullate fino a quando il composto non diventerà cremoso e compatto.

A questo punto il preparato può essere trasferito all’interno di un barattolo con chiusura ermetica e può essere conservato per un paio di settimane in frigorifero.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons