Loading...

Cioccolata e pressione alta: ci sono problemi?

Cioccolata e pressione alta ci sono problemi?E’ il cuore che contraendosi ritmicamente spinge il sangue nei vasi sanguigni. In pratica, il nostro muscolo cardiaco funge da pompa per far circolare il sangue nell’apparato circolatorio.

Quando il sangue è pompato nelle arterie a una pressione molto elevata, si dice che un soggetto soffre di ipertensione arteriosa o pressione alta.

Chi soffre di questa patologia può mangiare cioccolato?

Ipertensione e alimentazione

L’ipertensione è una condizione comune. Si calcola che solo in Italia soffrono di questo disturbo circa quindici milioni di persone. E’ una patologia molto subdola perché può rimanere silente per molti anni.

Si tratta di un disturbo che non deve essere assolutamente sottovalutato poiché è la causa principale di malattie cardiache e ictus. Come si cura l’ipertensione? Soprattutto con l’alimentazione.

Recenti studi medici, infatti, hanno confermato che l’ipertensione, più che con i farmaci, si cura a tavola con cibi poveri di grassi saturi e ricchi di potassio e fibre.

L’ipertensione e il cioccolato

Il cioccolato non solo non provoca ipertensione, ma addirittura è annoverato fra i cibi che aiutano a combatterla. E’ stato provato, infatti, che i flavonoidi che si trovano nel cacao o nel cioccolato fondente aiutano a mantenere sotto controllo la pressione sanguigna.

I flavanoli

Uno studio pubblicato sulla rivista medica Journal of Cardiovascular Pharmacology ha confermato che il cioccolato fondente, in altre parole quello che contiene almeno il 60% di cacao puro ovvero Theobroma cacao, ha un benefico effetto ipotensivo.

I flavanoli del cacao e del cioccolato fondente stimolano una produzione maggiore di ossido nitrico che rilassa le pareti dei vasi aiutando il processo di vasodilatazione.

In questo modo i flavanoli inibiscono l’azione dell’angiotensina sulla pressione sanguigna. L’angiotensina è un ormone peptidico che provoca la vasocostrizione delle arterie causando l’aumento della pressione sanguigna.

Qualità e dosi consigliate

Nello stesso studio si fa notare che solo il cacao amaro o il cioccolato fondente di primissima qualità hanno un effetto benefico sulla pressione sanguigna. I surrogati di cioccolato che si trovano in commercio, oppure il cioccolato al latte, non danno alcun beneficio.

Ovviamente il cioccolato per essere salutare deve esser consumato in quantità moderate. La dose ideale? Gli esperti consigliano ai soggetti sani di mangiare tra i 10 e i 30 grammi di cioccolato fondente al giorno. In questo modo si tiene sotto controllo la pressione sanguigna, si prevengono i disturbi cardiovascolari e si riduce il rischio di infarto e ictus.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons