Loading...

Cioccolato al latte di pecora: che cos’è e perché comprarlo

Cioccolato al latte di pecora che cos'è e perché comprarloIl cioccolata al latte di pecora è una variante del cibo degli dei, che è nata per soddisfare le esigenze di una fetta di mercato.

Il latte di pecora gli conferisce un alto valore nutritivo e un gusto delicato ma particolare.

Il latte di pecora

La preparazione del cioccolato al latte di pecora segue la procedura tradizionale. Si parte dall’ingrediente base della pasta di cacao, ottenuta dalla lavorazione dei semi del cacao e vi si aggiunge il latte in polvere che di solito, è di provenienza vaccina.

In questa particolare specialità, invece, a fare la differenza è proprio la materia prima: il latte di pecora.

Il latte di pecora ha un sapore molto particolare. È caratterizzato da un alto contenuto di vitamine, sali minerali, proteine e grassi ed è ricco di CLA, acido linoleico coniugato.

Contiene circa il 6% di grassi e il 5,5% di proteine, è ricco di calcio, ferro, vitamine B e C ed è più consistente del latte vaccino.

Nonostante ciò ha una struttura chimica che lo rende molto più digeribile del latte vaccino e, soprattutto, accessibile a tutti, anche a chi è allergico al lattosio.

La variante in polvere che serve per la preparazione del cioccolato, in Italia è prodotta soprattutto in Sardegna. Si tratta di un prodotto di qualità derivante esclusivamente da latte ovino sardo.

Si presenta come una polvere fluida, color bianco crema, di odore neutro, con un elevato apporto proteico. E’ un ingrediente naturale molto usato sia nell’industria casearia sia in quella dolciaria.

Cioccolato al latte di pecora, perché comprarlo

Può sembrare strano ma quasi la metà degli italiani è intollerante al latte vaccino. L’allergia al latte vaccino è molto diffusa, soprattutto tra i bambini.

Questo non significa che questi soggetti debbano essere condannati a rinunciare al latte e ai suoi derivati.

Oltre ai vari latti vegetali che esistono in commercio, il latte vaccino può essere egregiamente sostituito con il latte di capra di pecora e, addirittura d’asina.

L’industria del cioccolato come alternativa al latte vaccino predilige quello di pecora e di capra. Il cioccolato al latte di pecora nasce proprio per gli estimatori di questa dolcezza che sono intolleranti al latte di vaccino.

Uno dei più grandi distributori in Italia di questa specialità, è il produttore Andrea Stainer che segue la scuola tradizionale dei grandi maitre chocolatier austriaci.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons