Loading...

Cioccolato in gravidanza: indicazioni e controindicazioni

Cioccolato in gravidanza indicazioni e controindicazioniLa gravidanza è un momento molto importante nella vita di una donna. Questo particolare periodo è caratterizzato da forti emozioni ma anche da grandi cambiamenti.

E se la futura mamma è anche una golosona, per lei chiedersi se può mangiare cioccolato, è quasi un obbligo.

Vediamo, dunque, di dare qualche indicazioni e controindicazioni sull’opportunità o meno di consumare cioccolato in gravidanza.

Alimentazione e gravidanza

Una gravidanza costringe in qualche modo a cambiare stile di vita e, soprattutto, abitudini alimentari. Una donna incinta va alla ricerca di alimenti più sani, si rivolge agli esperti per sapere cosa può fare bene o danneggiare il bambino.

Insomma, l’alimentazione per una futura mamma può diventare davvero una grande preoccupazione. Eppure non dovrebbe essere così perché la gravidanza non è una malattia. Quando si aspetta un bambino si può e si deve mangiare di tutto: basta solo affidarsi a un’alimentazione sana ed equilibrata.

Ovviamente alcuni alimenti sono più o meno sconsigliati, altri vietati perché soprattutto nei primi tre mesi possono causare nausea e vomito, e altri ancora sono naturalmente esclusi da una donna incinta semplicemente perché non graditi. Ma non c’è una regola che possa valere per tutte, perché non a tutte le donne possono giovare o dare fastidio gli stessi alimenti.

Tuttavia ci sono alimenti che, se ben tollerati, possono arrecare benefici a tutti: future mamme e nascituri. Uno di questi è sicuramente il cioccolato.

Il cioccolato in gravidanza

E’ stato dimostrato da alcuni esperti nutrizionisti che non solo il cibo degli dei alle donne incinte fa bene ma che, addirittura, esiste una correlazione tra il consumo di cioccolato in gravidanza e il carattere del futuro bambino.

I ricercatori, infatti, hanno eseguito uno studio su alcune donne in attesa. Alcune di queste hanno consumato quotidianamente un certo quantitativo di cioccolato, altre hanno seguito un’alimentazione normale senza mai mangiare cioccolato.

Ebbene i risultati della ricerca sono stati sorprendenti: i bambini delle donne che avevano mangiato cioccolato erano più calmi, più sereni, meno timorosi e frustrati dei bambini nati da mamme che non avevano consumato cioccolato.

Inoltre, è stato anche osservato che le donne in gravidanza che mangiavano cioccolato erano meno ansiose, più pacate e, quindi, molto più felici.

I benefici del cioccolato

Perché il cioccolato dà questi benefici effetti? Perché il suo consumo favorisce il rilascio di endorfine, gli ormoni proteici che fungono da neurotrasmettitori. In pratica le endorfine sono una sorta di messaggeri chimici che svolgono un ruolo importante nella trasmissione di informazioni alle cellule nervose ed altre parti dell’organismo.

Il termine endorfine significa morfine endogene, ossia morfine prodotte dal nostro organismo. Le nostre endorfine hanno in pratica lo stesso principio attivo dell’oppio, perciò agisce sul dolore placandolo. Si può tranquillamente dire che le endorfine sono ottimi analgesici, oltre ad essere eccellenti antidepressivi naturali.

Inoltre il cioccolato contiene flavonoidi, potenti antiossidanti che hanno la capacità di tenere sotto controllo la pressione sanguigna e di rinforzare il sistema immunitario della mamma e, attraversando la placenta, anche quello del bambino.

Controindicazioni

Ovviamente quando si parla di assunzione di cioccolato in gravidanza, ci si riferisce a una quantità non superiore ai 35/40 grammi al giorno. Inoltre, si parla di cioccolato di prima qualità, meglio se fondente puro almeno all’85% di cacao.

Un surrogato di cioccolato e, soprattutto, quantità superiori a quelle consigliate, potrebbero sortire effetti indesiderati. Intanto è bene ricordare che il cioccolato è un alimento altamente calorico: un etto di cioccolato fondente contiene ben 515 calorie.

Nella stessa quantità di cioccolato bianco, al latte e di surrogato, troviamo molte più calorie e, in più, questi prodotti possono essere ricchi di zuccheri raffinati e pericolosi additivi chimici. Perciò in gravidanza questi tipi di cioccolato sono assolutamente da evitare.

Ricordiamo anche che il cibo degli dei contiene anandamide, una sostanza che può creare dipendenza. Inoltre, il cioccolato è ricco di teobromina e caffeina, due sostanze nervine che rendono questo goloso alimento, soprattutto se in dosi esagerate, non molto indicato per le donne in gravidanza o in allattamento.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons