Loading...

Cioccolato per Diabetici: facciamo chiarezza!

cioccolato diabeticiI diabetici non posso indulgere eccessivamente nei prodotti che contengono zucchero. Il cioccolato rimane però, anche per chi soffre di questa patologia, un dessert semplicemente perfetto, dato che sono in commercio ormai da diversi anni tantissime preparazioni che non contengono affatto zucchero o ne contengono così poco da essere comunque più che ok per chi soffre di diabete.

Vediamo insieme di fare un po’ di chiarezza sulla questione, separando le leggende metropolitane da quanto ci sia di scientifico.

Addolcito con l’agave

Chi non è amante del cioccolato amaro può sempre ripiegare su preparazioni che utilizzano l’agave, un dolcificante naturale che non contiene zucchero e che può essere trovato con enorme facilità in tutte le farmacie del nostro paese.

Cioccolato di Modica o cioccolato tradizionale non fa alcuna differenza. Si tratta di un prodotto che non contiene affatto zucchero e che può dunque essere consumato senza alcun tipo di problema da chi soffre di diabete.

Cioccolato ultra-amaro

Si tratta di una tipologia di cioccolato che non è stata pensata per i diabetici, ma che comunque può offrire una buona tavoletta anche a chi farebbe bene a restare lontano dallo zucchero, per quanto possibile. Preparazioni all’80% o al 90% di cacao sono in genere composte semplicemente da cacao e burro di cacao, combinazione perfetta per chi non vuole rinunciare alla sua salute e neanche, al tempo stesso, al tanto amato cioccolato.

Occhio comunque ai grassi

Anche se si tratta di prodotti che vanno più che bene per chi è diabetico, si tratta comunque di cioccolato che contiene percentuali di grasso importanti, che sebbene non siano di impaccio alla malattia stessa devono essere comunque assunti con parsimonia, pena il ritrovarsi con chili di troppo sopra la bilancia che sono un male per tutti, non solo per chi è diabetico.

I dolcificanti naturali fanno male?

Sull’agave non sembrano esserci problemi, almeno stando a quanto confermato dalle più recenti ricerche scientifiche. Non c’è bisogno dunque di preoccuparsi eccessivamente sul consumo di questo tipo di cioccolata, fatta eccezione per le avvertenze che vi abbiamo riportato poco sopra.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons