Loading...

Come fare il panettone in casa – le ricette della mamma

Come fare il panettone in casaA Natale ogni paese ha la sua ricetta tipica. Dolci e prelibatezze che utilizzano diversi ingredienti, dal cioccolato, al sesamo, passando per il miglio e le mandorle, in questo periodo dell’anno si sprecano.
Non c’è dubbio, però, che il principe dei dolci natalizi sia il panettone.

E’ impossibile immaginare il fine pasto di Natale senza il dolce milanese per antonomasia.
Fare il panettone in casa non è un’impresa da principianti, ma con un po’ di pazienza e seguendo passo dopo passo questa ricetta, si può ottenere un buon risultato.

Panettone, la ricetta della mamma

Ogni mamma custodisce le sue ricette migliori in quaderni chiusi con nastrini destinati a essere tramandati da madre a figlia.

E questa ricetta per preparare in casa il panettone è stata rubata da una di quelle preziose pagine.

Panettone di Natale

Ingredienti per otto persone

  • 30 grammi di lievito di birra
  • 500 grammi di farina doppio zero
  • 120 grammi di zucchero semolato
  • 6 uova
  • 150 grammi di burro
  • 120 grammi di frutta candita – cedro e arancia
  • 70 grammi di uvetta
  • Un pizzico di sale

Preparazione

Preliminari
In un pendolino si fonde il burro e poi si lascia intiepidire. Con un po’ di acqua tiepida si scioglie lo zucchero e, a parte, si usano due cucchiai di latte tiepido per far sciogliere il lievito di birra.
Poi si prepara l’uva sultanina ammorbidendola in acqua tiepida e asciugandola bene.

Prima lievitazione

Si dispone la farina a vulcano su una spianatoia. Al centro s’inseriscono burro fuso, sale e lievito disciolto.
Si mescolano un po’ gli ingredienti con le mani per amalgamarli e poi s’incorporano lentamente l’acqua zuccherata, un uovo intero e cinque tuorli.
Si procede lavorando energicamente l’impasto fino a farlo diventare liscio ed elastico. A questo punto si possono aggiungere l’uvetta e i canditi.
L’impasto si continua a lavorare  formando una palla. Fatto ciò si ripone in una zuppiera infarinata, si ricopre con uno strofinaccio e si lascia riposare per circa otto ore in un luogo tiepido.

Seconda lievitazione

Trascorse le otto ore, l’impasto si lavora ancora per qualche minuto. Se si hanno a disposizione due stampi per panettoni, si divide l’impasto in due parti.
Si cerca di dare una forma arrotondata con le mani unte di burro alle due metà che si lasciano lievitare ancora per altri trenta minuti in un luogo asciutto e caldo.

Terza lievitazione

Finita questa fase, i due panetti si continuano a lavorare per altri cinque minuti. Poi si avvolgono in un foglio di carta oleata e si lasciano a lievitare per altre sei ore.
Finita la terza e ultima fase di lievitazione, i panetti sono pronti per essere messi negli appositi stampi per panettoni imburrati o, in alternativa, direttamente sulla placca del forno sempre unta di burro.
Con un coltello a lama liscia si incidono i due panetti sulla superficie con un segno a forma di croce e sopra l’incisione si lasciano cadere i fiocchetti di burro avanzati.

La cottura

Si preriscalda il forno a 190 gradi per almeno cinque minuti e s’infornano i panetti che dovranno cuocere dai quaranta ai cinquanta minuti, secondo il tipo di forno e la quantità dell’impasto.
Per sapere se la cottura del panettone all’interno è arrivata al punto giusto, fare la prova con uno stecchino lungo. Se questo risulta asciutto, il dolce è arrivato alla giusta cottura.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons