Loading...

Endorfine e cioccolato: perché ci fa sentire felici

Endorfine e cioccolato perché ci fa sentire feliciUna giornata nera, tristezza, stanchezza, stress, malinconia, malesseri stagionali?

Niente paura, basta addentare un po’ di cioccolato fondente per ritrovare il buon umore e ricevere una sferzata di energia.

Ma perché il cioccolato ci fa sentire felici?

Cioccolato e benessere

E’ stato scientificamente provato che una corretta alimentazione unita a una sana attività fisica allontanano stress e depressione.

Alcuni alimenti in particolare sono capaci di influenzare positivamente molte attività fisiologiche del nostro organismo regalandoci un senso di benessere generale.

Fra gli alimenti che suscitano buon umore, sicuramente, il primo posto tocca al cioccolato.

Le endorfine

Le endorfine, detti anche ormoni della felicità, sono polipeptidi sintetizzati nell’ipofisi, nei surreni e in in parte anche nell’apparato digerente. I recettori di questi peptidi sono disseminati per tutto il sistema nervoso centrale, ma si concentrano soprattutto nelle aree deputate alla percezione del dolore.

Le endorfine, pur non avendo la stessa struttura chimica della morfina, hanno un’attività molto simile a quella delle sostanze oppiacee.

Non a caso fu proprio grazie a uno studio sugli effetti degli oppiacei esogeni, condotto intorno agli anni 1970, che si scoprirono alcuni recettori specifici all’interno del sistema nervoso centrale. Fu allora che s’ipotizzò che il nostro cervello fosse in grado di sintetizzare naturalmente sostanze simili alla morfina. A queste sostanze fu assegnato il nome di endorfine.

Questi polipeptidi, in pratica, sono analgesici endogeni naturali che oltre ad avere le capacità di inibire la trasmissione del dolore al cervello, stimolano anche i centri del piacere e hanno notevoli proprietà eccitanti.

Il cioccolato e le endorfine

Il nostro organismo produce endorfine durante attività fisiche intense o effusioni amorose come baci e carezze, quando si sta al contatto con la natura, quando si ride, si ascolta musica o si mangia cioccolato.

Il cioccolato fondente di buona qualità è ricco di sostanze che stimolano la formazione di endorfine. Una di queste è la feniletilamina, un neurotrasmettitore che stimola la produzione di ferotomina, la sostanza che il nostro corpo produce durante la fase dell’innamoramento.

In parole povere, il cioccolato è capace di riprodurre lo stesso stato di beatitudine che fa provare l’amore, quel sentimento meraviglioso che, a tutt’oggi, è considerato il miglior rimedio contro la depressione.

Il cioccolato e la felicità

Il cioccolato oltre alla feniletilamina contiene altre sostanze che regalano felicità. Tra queste troviamo serotonina, anandamide e le metilxantine.

La serotonina è un altro neurotrasmettitore che ha un ruolo importante nella regolazione del sonno, dell’umore e dell’appetito.

Fanno parte delle metilxantine la caffeina, la teobromina e la teofillina, tutte sostanze che hanno note proprietà stimolanti: sollevano l’umore, danno energia e aumentano la capacità di concentrazione.

L’anandamide invece è un acido grasso che provoca sul nostro sistema nervoso gli stessi effetti della marijuana. In pratica questa sostanza è capace di aumentare le percezioni sensoriali dando sensazioni di benessere e felicità simili a quelle che procura la cannabis, con una differenza sostanziale: il cioccolato non è nocivo e non provoca gli effetti collaterali del fumo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons