Loading...

Farina forte: che cos’è e cosa significa?

Flour in a bag on the table and spikelets.

Hai mai sentito parlare di farina forte? Che cosa significa? Per quali ricette è indicata la farina forte? Come facciamo ad individuare la forza della farina dalla confezione? Se anche tu ti sei posto tutte queste domande allora non puoi assolutamente perderti questo articolo.

Quando ci approcciamo al mondo della panificazione è importante conoscere le varie tipologie di lievito, i processi di lievitazione e, non ultimo per ordine di importanza, anche la forza della farina.

Per questo oggi abbiamo deciso di dedicare un articolo a questo argomento! Andiamo quindi a vedere insieme che cosa intendiamo quando parliamo di farina forte.

Farina forte: cosa significa?

La forza della farina è un valore che ne indica la capacità di trattenere nell’impasto l’anidride carbonica durante il processo di lievitazione ma, soprattutto, la sua capacità di assorbire e trattenere la parte liquida. In pratica la forza della farina aiuta a determinare l’elasticità dell’impasto.

Per renderla ancora più semplice, quando si parla di farina forte si ha a che fare con un prodotto che ha un alto contenuto di glutine e che, quindi, renderà l’impasto più elastico.

Al contrario, una farina debole ha un livello di glutine più basso e, di conseguenza, diminuisce anche la sua capacità di assorbire i liquidi dell’impasto e di renderlo elastico.

Come si individua la forza della farina sulla confezione?

Per individuare il valore corrispondente alla forza della farina sarà sufficiente cercare il simbolo W sulla confezione. In base alla forza della farina il valore può essere più alto o più basso.

Andiamo a vedere bene come funziona la classificazione della forza della farina.

Come viene classificata la forza della farina?

La forza della farina viene classificata nel seguente modo:

  • Farina speciale: supera i 350 W;
  • Farina forte: varia tra i 280 W e i 350 W;
  • Farina media: oscilla tra i 180 W e i 280 W;
  • Farina debole: non supera i 170 W.

In linea di massima possiamo dire che le farine deboli sono adatte alla preparazione di prodotti che rientrano nella piccola pasticceria, ad esempio i biscotti.

Mano a mano che aumenta la forza della farina si può auspicare alla preparazione di prodotti di panificazione più impegnativi. Infine, le farine speciali possono essere aggiunte alle più deboli così da aumentarne la forza.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons