Loading...

Fiori commestibili: la guida (Prima parte)

Una moda sempre più diffusa è quella di utilizzare i fiori in cucina. Con i fiori si può guarnire un piatto, rendendolo esteticamente accattivante. Ma allo stesso tempo i fiori possono diventare protagonisti delle ricette, entrando a far parte della lista degli ingredienti.

Questo grazie ai fiori eduli, ossia alle tipologie di piante i cui fiori sono commestibili. La parte che normalmente si mangia è il petalo. Ma vanno bene tutti i fiori? Assolutamente no. Per essere commestibili devono avere due caratteristiche fondamentali.

Per prima cosa non devono essere trattati con prodotti chimici. Di conseguenza i fiori acquistati dal fioraio, o quelli raccolti all’aperto nelle aree pubbliche, non vanno mangiati. In più è necessario non essere allergici alla pianta.

Dove possiamo trovarli?

Per avere fiori commestibili a portata di mano, potete coltivarli direttamente a casa vostra. In questo caso dovrete informarvi sul periodo di fioritura, che varia in base alla specie, e sulle cure adatte alle piante in questione.

Tra queste, la prima è annaffiarle ed esporle al sole in modo corretto. Poi è importante proteggerle dall’attacco di parassiti e insetti, evitando di trattarle con antiparassitari chimici ed optando per rimedi naturali.

Se il pollice verde non fa per voi, potete trovare i fiori eduli nei reparti ortofrutticoli dei supermercati più forniti o dal fruttivendolo di fiducia. In alternativa basta acquistarli sui siti di e-commerce.

Come utilizzarli?

I fiori trovano largo uso in cucina. Potete utilizzarli per realizzare diverse bevande come infusi, tisane, liquori o cocktails. I fiori sono indicati nei dolci come creme, macedonie, marmellate o gelati. Potete aggiungerli agli impasti dei vostri biscotti o delle vostre torte per una merenda originale.

Provateli anche nelle ricette salate. I fiori danno una nota di sapore (e colore) in più a insalate, torte rustiche e primi piatti come zuppe o risotti. Si utilizzano anche per aromatizzare le tartare di pesce. Per non parlare dei fiori in pastella da friggere, come quelli di zucca.

Infine, possiamo utilizzare i fiori anche semplicemente per guarnire i nostri piatti in modo creativo, abbinandoli alla frutta o ai germogli. Non perdetevi la seconda parte dell’articolo per scoprire i fiori commestibili più comuni e come abbinarli ai piatti.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons