Loading...

Il cioccolato è velenoso per i gatti? Come muoversi?

gatti cioccolatoI nostri gatti sono animali straordinari, ma hanno il vizio di mangiare anche cose che non dovrebbero mangiare. Il cioccolato è una di queste, e non importa quanto lontano vogliamo nasconderlo dai nostri amici felini, perché con il loro incredibile olfatto riusciranno a trovarlo quando vogliono e, spesso, a mangiarlo.

Dobbiamo preoccuparci in quel caso? E’ davvero tossico il cioccolato per i gatti? Fa male loro tanto quanto fa male ai cani?

Innanzitutto calma, perché la situazione è nella stragrande maggioranza dei casi recuperabile, e anche se il vostro gatto ne avesse combinata una delle sue e avesse mangiato un pezzettino di cioccolato, non è detto che sia la fine del mondo.

Il problema: caffeina e teobromina

Il cioccolato si ricava dal cacao, e il cacao dai semi dell’omonima pianta, che sono ricchi di caffeina e teobromina. Di queste due sostanze rimane traccia anche nel cioccolato prodotto finito, e sono proprio queste a creare problemi al nostro gatto.

Una volta ingerite, cominciano le complicazioni per il vostro gatto, che in caso di avvelenamento pesante potrebbero portarlo anche alla morte.

 

I sintomi dell’avvelenamento da cioccolato

Il nostro gatto potrebbe aver ingerito cioccolato senza che noi ce ne siamo accorti. Per questo motivo è importantissimo conoscere i sintomi da avvelenamento da teobromina:

  • Vomito
  • Diarrea
  • Febbre
  • Rigidità muscolare
  • Respiro affannato
  • Pressione bassa
  • Battiti cardiaci alti
  • Convulsioni

Nel caso in cui il vostro gatto mostrasse uno qualunque di questi sintomi, vuol dire che è giunto il momento di chiamare il veterinario e discutere sul da farsi.

Dal veterinario

Il veterinario esaminerà fisicamente il gatto e poi, grazie alle analisi delle urine, riuscirà a determinare se si è in presenza di una overdose da cioccolato o no. Nel caso di risposta negativa, comincia la profilassi.

In genere si procede con un lavaggio gastrico, oppure cercando di indurre il vomito nel nostro gatto. Sono entrambe procedure che necessitano l’intervento di uno specialista, e che non dovrebbero essere per nessun motivo al mondo effettuate da chi non è abilitato ad operare animali.

 

 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons