Loading...

Lievitazione in forno, per cosa è ottimale?

Non tutti sanno che, per una lievitazione ottimale, sarebbe opportuno lasciar riposare l’impasto in temperature che vanno da un minimo di 23° ad un massimo di 30°. Per questo motivo, a volte, possiamo anche mettere a lievitare il nostro impasto nel forno, ma questa procedura per cosa è ottimale?

Se anche tu ti stai chiedendo a cosa serve esattamente la lievitazione nel forno, allora ti consigliamo di continuare a leggere questo articolo perché ti spiegheremo in modo dettagliato quali sono i vantaggi di lasciar lievitare l’impasto nel forno.

Perché a volte si preferisce la lievitazione nel forno?

Come abbiamo già accennato nel piccolo paragrafo introduttivo, per permettere al nostro impasto di raggiungere buoni livelli di lievitazione, bisogna fare particolare attenzione alla temperatura che non deve mai essere più bassa di 22° o superare i 30°.

Per questo motivo molte persone, professionisti e non, avvolgono il loro impasto con una coperta prima di riporlo a lievitare. Altri invece preferiscono l’utilizzo del forno, impostato sulla funzione statica a bassissime temperature, soprattutto se si ha la necessità di accelerare i tempi di lievitazione che, a volte, possono arrivare anche a 24 ore.

Per cosa è ottimale la lievitazione in forno?

Per quanto riguarda invece le ricette, diciamo che la lievitazione in forno può essere ottimale per la preparazione di molti pasti, ad esempio:

  • I cornetti;
  • Il pane;
  • La pizza;
  • Alcune tipologie di dolci.

Quindi, possiamo dire che la maggior parte degli impasti può lievitare in forno. Di fondamentale importanza, però, è ricordare di lasciare il forno sulla modalità statica e di mantenere delle temperature molto basse, che non superino i 30°.

Ci sono degli svantaggi?

Ovviamente, se non segui la procedura giusta sia nella preparazione dell’impasto sia nel processo di lievitazione, il risultato può rivelarsi un vero e proprio fallimento. Oltre alla temperatura, per la lievitazione è molto importante anche l’umidità dell’impasto.

Infine ricorda che, con la fretta non si realizzano mai dei capolavori e che, quando accade, si tratta spesso solo di fortuna. Tra le varie modalità di lievitazione, infatti, quella naturale in cui l’impasto viene lasciato riposare per diverse ore anche a temperatura ambiente, si è dimostrata la più efficace.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons