Loading...

Marmellata di arance alla calabrese: la ricetta completa

Marmellata di arance al profumo di CalabriaLo sapevate che un quarto delle arance prodotte in Italia arriva dalla Calabria? Le aziende calabresi che producono arance sono circa 44.000 e un gran numero di queste si trova nella provincia di Cosenza.

Gli agrumi di Calabria sono ottimi da mangiare, eccellenti da spremere, buoni nelle insalate e straordinari per preparare in casa confetture profumate e sane.

Ecco, dunque, la nostra ricetta per realizzare con i tarocchi calabresi una golosa marmellata di arance.

Il Tarocco calabrese

In Calabria si producono diverse varietà di arance. La Piana di Sibari, per esempio, si contraddistingue soprattutto per la produzione di arance: Moro, Washington, Navelina, Valencia e Tarocco.

Ed è proprio il Tarocco ad essere considerato dai più varietà migliore. Questa particolare arancia deve il suo nome alla sua forma particolare che ricorda quella di una trottola.

La pezzatura del Tarocco in genere è superiore alla media, la sua buccia è molto fine e porta qualche striatura rossa così come la polpa. La varietà Tarocco è ottima per preparare la marmellata di arance, non solo per il suo sapore squisito e lo straordinario profumo, ma anche perché è quasi priva di semi.

La marmellata di arance

Nella marmellata di arance, in pratica, troviamo solo due ingredienti: arance e zucchero. Va da sé, allora, che la buona riuscita della marmellata dipenda soprattutto dai frutti che devono essere naturali – ossia non trattati -, freschi e con la buccia intatta.

Quest’ultima condizione è fondamentale perché nella marmellata di arance entra anche la buccia. Ecco la nostra ricetta.

Marmellata di arance

Ingredienti

Dosi per sei vasetti da 250 grammi

  • Arance Tarocco: dieci
  • Succo di arancia: un litro
  • Zucchero semolato: 1100 grammi
  • Zenzero: due cucchiaini
  • Limoni: tre

Preliminari

Lavate bene le arance e bucherellate la buccia con i rebbi della forchetta o uno stuzzicadenti facendo attenzione a non arrivare alla polpa. Mettete in una bacinella capace le arance e copritele di acqua. Lasciate a bagno per 48 ore avendo cura di cambiare l’acqua almeno tre volte.

Marmellata di arance al profumo di CalabriaProcedimento

Asciugate bene le arance e sbucciatele con l’aiuto di un coltello affilato. Pulite la buccia dalla pellicina bianca interna.

Eliminate la pellicina bianca anche dalla polpa e tagliatela a pezzetti. Riducete a pezzetti sottili anche la buccia di cinque arance.

Versate in una pentola capiente di acciaio la polpa, le scorzette e il succo di arance.

Mettete a cuocere a fiamma molto bassa mescolando di tanto in tanto. Quando il succo di arance si sarà in gran parte ristretto, aggiungete zucchero e zenzero.

Attenzione: non mettete lo zucchero a cuocere dall’inizio insieme alla polpa, potreste ottenere una marmellata molto scura poiché la cottura eccessiva rischia di caramellare lo zucchero.

Quando la marmellata sarà arrivata quasi alla consistenza desiderata, aggiungete il succo dei limoni. I limoni, oltre a conferire maggiore profumo, garantiranno alla vostra marmellata un colore giallo dorato e lucido senza dover ricorrere all’uso di additivi come la pectina.

Per essere sicuri che sia pronta, prendete dalla pentola un cucchiaino di marmellata e adagiatelo su un piattino: se la marmellata raffreddandosi non scivola via, significa che è pronta. A questo punto versate la marmellata nei vasetti di vetro, già sterilizzati e ben asciugati, e chiudete ermeticamente.

Se avete intenzione di non consumare subito la vostra marmellata di arance, sterilizzate i vasetti con la confettura facendoli bollire in acqua per dieci minuti.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons