Loading...

Meringa: tre dritte da seguire per prepararla alla perfezione

La meringa è un dolce davvero semplice nel gusto, ma allo stesso tempo raffinato ed elegante, dal colore candido e dalla consistenza croccante che si scioglie in bocca. Base di dolcetti e accompagnamenti a cui davvero non si rinuncia.

La ricetta base è davvero semplice e gli ingredienti sono reperibili in qualsiasi cucina del mondo. Essenzialmente, infatti, parliamo dell’unione di zucchero e albumi che, lavorati in una certa maniera, vanno a creare una particolare monta.

Vi sono anche diversi metodi di preparazione: in alcuni paesi gli albumi vengono scaldati prima di essere lavorati. Noi ti consigliamo di partire con la preparazione della meringa alla maniera italiana per ottenere un risultato certo.

Anche se potrebbe sembrare semplice, ci sono delle insidie nella preparazione della meringa. Ora vedremo insieme quali sono i segreti dei pasticceri così potrai cimentarti nella sua preparazione anche in casa con un successo assicurato.

Le proporzioni e la lavorazione

I pasticceri ritengono che il segreto per la meringa perfetta stia nel quantitativo di ingredienti che devono essere lavorati rispettando la proporzione perfetta di uno a due: per ogni albume utilizzato dovrai utilizzare due cucchiai di zucchero.

Inutile sottolineare l’importanza della qualità degli alimenti: le uova devono essere freschissime e fredde di frigo e lo zucchero deve avere una solubilità altissima perché sarà questo a conferire sapore e croccantezza.

Fondamentale è il tipo di lavorazione: devi lavorare gli ingredienti con delle fruste elettriche e meglio ancora con una planetaria più stabile, ma la velocità della macchina deve essere il più alta possibile affinché le proteine dell’uovo si denaturino e producano la magia.

La cottura

Se non hai un buon forno, il momento della cottura potrebbe compromettere la riuscita della tua ricetta. Devi avere anche molta pazienza poiché il processo di cottura è lento e delicato, ma sta proprio qui il segreto.

In cottura le molecole di acqua all’interno del composto devono evaporare lentamente e solo così avrai la caratteristica consistenza asciutta e croccante: questi dolci non tollerano l’umidità o le temperature eccessive.

Altra fase della cottura è quella della caramellizzazione della superficie: la meringa, infatti, appare come un dolce bianco candido, ma con dei picchi scuriti color bronzo e questo è dovuto appunto alla caramellizazione dello zucchero.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons