Loading...

Nutella, fa davvero male alla salute?

nutella-e-saluteChe meravigliosa creazione Nutella, la crema alle nocciole e cacao prodotta dalla Ferrero. Un prodotto capace di soddisfare ogni palato a dispetto dell’età del sesso o dei gusti alimentari.

Nutella, croce e delizia

È una vera e propria delizia a cui è difficile dire di no. Purtroppo però, la Nutella, differentemente da quanto voglia farci credere la pubblicità, non è poi un alimento tanto salutare.

Troppi grassi

Gli ingredienti riportati sull’ etichetta della Nutella ci fanno riflettere immediatamente su quanto questo alimento possa essere dannoso e poco adatto ad un regime alimentare salutare.

Ingredienti

Zucchero, olio vegetale, nocciole (13%), cacao magro, latte scremato in polvere (5%), siero di latte in polvere, emulsionante (lecitina di soia), aromi.

L’etichetta fa subito saltare ai nostri occhi la presenza di zuccheri e oli vegetali (grassi), elementi che i nutrizionisti consigliano di limitare nel consumo. Gli oli vegetali poi più specificamente sono olio di palma molto dannoso perché difficile da digerire e capace di far aumentare notevolmente i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.

Tabella nutrizionale

Basterebbero solo queste brevi considerazioni a suggerire quanto questo prodotto sia nocivo ma noi non ci limitiamo, vogliamo andare oltre e visionare la tabella nutrizionale della Nutella.

Dall’analisi della tabella nutrizionale deduciamo che i carboidrati contenuti costituiscono più del 55% dell’ intero prodotto.  I grassi, 31 grammi per ogni 100 grammi di crema, sono per un terzo grassi saturi, per niente sani e benefici. Sono presenti in Nutella pochissime proteine e la quantità di fibre contenute è del tutto irrilevante.

Nutella e il fabbisogno energetico giornaliero

Inoltre la tabella nutrizionale indica come porzione la quantità assurda di 15 g di prodotto, quindi un solo cucchiaino, ma sfido chiunque a limitarsi al consumo di un solo cucchiaino per volta…

Infatti gli stessi produttori nel sito suggeriscono il consumo giornaliero di 30 g di prodotto quindi ben due porzioni, prendendo come riferimento un fabbisogno calorico di 2000 Kcal che però non è adatto per tutti.

Rispetto all’età, alla costituzione e al tipo e quantità di attività fisica svolta il fabbisogno energetico giornaliero cambia da persona a persona.

Quindi per un bambino che di certo non ha lo stesso fabbisogno energetico di un adulto, una porzione di Nutella di 15 gr supera di gran lunga il  4% del fabbisogno giornaliero, andando così a guastare l’intera alimentazione e essere tra le cause di obesità infantile.

Possiamo concludere col dire che nonostante la Nutella sia un alimento gustosissimo che delizia ogni palato, ci troviamo di fronte ad un prodotto più che ipercalorico che, per quanto possa suggerire la pubblicità, non è poi così adatto ad una colazione nutriente. Non è da considerarsi come prodotto ottimale per la crescita e va consumato davvero con molta, molta prudenza.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons