Loading...

Pasta di mandorle: come prepararla a casa

ricetta pasta di mandorleLa pasta di mandorle (altrimenti detta pasta reale) è un composto malleabile ampiamente usato in pasticceria, per la realizzazione o la decorazione di vari tipi di preparazioni dolci.

Tra le più note ricette che prevedono l’impiego di questo impasto dolce non possiamo non citare la frutta di Martorana, le classiche paste di mandorla con ciliegia candita e la cassata siciliana.

Si tratta di un preparato dolciario decisamente goloso, sebbene costituito da pochi e semplici ingredienti: mandorle (che, come suggerisce il nome, sono l’ingrediente principale), zucchero bianco e acqua.

Oggi questo prodotto di pasticceria è conosciuto e apprezzato non solo in tutta la nostra penisola, ma anche in molti altri Paesi del mondo.

Oltre a poterla acquistare confezionata in panetti e pronta per essere utilizzata, con pochi ingredienti e qualche semplice accorgimento potete realizzare voi stessi questo delizioso impasto.

Ecco tutto ciò che dovete sapere per preparare con le vostre mani dell’ottima pasta di mandorle.

La ricetta della pasta di mandorle

Ingredienti (per circa 500 g di pasta di mandorle)

  • 350 g di mandorle sgusciate (ma ancora con la pellicina marrone)
  • 150 g di zucchero semolato
  • 50 ml di acqua fredda

Procedimento

Per prima cosa, mettete dell’acqua in un pentolino e portatela a ebollizione. Quando inizia il bollore, spegnete il fuoco e tuffate nell’acqua le mandorle sgusciate.

Dopo averle lasciate a mollo per appena un paio di minuti, scolatele e trasferitele in una ciotola contenente acqua e ghiaccio.

Una volta fredde, tamponatele con un canovaccio pulito e poi, per privarle della pellicina marrone che le riveste, strofinatele semplicemente con le dita.

Distribuite le mandorle su una teglia rivestita con carta da forno e fatele asciugare per 10 minuti in forno caldo a 100°C.

Quindi, trasferitele nel mixer e tritatele finemente, fino ad ottenere una farina di mandorle.

In una pentola con il fondo spesso versate 50 ml di acqua fredda e unitevi lo zucchero semolato.

Fate sciogliere lo zucchero a fiamma moderata, avendo cura di mescolare il composto di acqua e zucchero continuamente, per evitare che si attacchi alla pentola. Il risultato dovrà essere uno sciroppo limpido e omogeneo.

Una volta spento il fuoco, attendete che lo sciroppo si intiepidisca. Poi, incorporatelo poco per volta alla farina di mandorle, che nel frattempo avrete trasferito in una ciotola capiente.

Mescolate il tutto fin quando il composto non risulterà piuttosto sodo ma ancora malleabile. Non aspettatevi di ottenere un impasto liscio: è giusto, infatti, che la pasta di mandorle mantenga una consistenza granulosa.

Trasferite la pasta su una superficie leggermente bagnata. Dopo averla stesa con l’aiuto di un mattarello, usate le mani per darle la forma di un panetto.

Avvolgetela con della pellicola trasparente. Quindi, ponetela in frigorifero, dove è bene che sia lasciata riposare per almeno 30 minuti, in modo che si rassodi ulteriormente.

Una volta tirato fuori dal frigorifero, l’impasto è pronto per essere impiegato nella preparazione che desiderate realizzare.

Altri tipi di pasta alla mandorla

Pasta di mandorle aromatizzata

Oltre alla pasta di mandorle, per così dire, classica, costituita soltanto da mandorle, zucchero ed acqua, potete anche decidere di preparare della pasta di mandorle aromatizzata.

Se volete smorzare il sapore delle mandorle, ad esempio, potete aggiungere all’impasto qualche goccia di essenza di vaniglia. Se, al contrario, desiderate che la pasta abbia un sapore di mandorle molto intenso, unite agli altri ingredienti un po’ di estratto di mandorle amare.

Un’ulteriore variante prevede che all’impasto sia conferita una nota agrumata, aggiungendo della scorza grattugiata di lime, di limone o di arancia, oppure alcune gocce di essenza di arancio dolce o limone.

Pasta di mandorle colorata

Soprattutto se avete intenzione di utilizzare la pasta di mandorle a scopo decorativo, potrebbe interessarvi avere una pasta che, invece del suo colore naturale (che può andare dal bianco panna, al giallo pallido al beige chiaro), abbia una tinta diversa.

In questo caso, potete decidere di colorare l’impasto utilizzando i coloranti artificiali appositi per dolci (esistenti sia in polvere sia liquidi sia in gel), oppure optare per coloranti naturali.

Qui di seguito un breve elenco dei principali ingredienti che potete usare per tingere in maniera naturale la pasta di mandorle.

  • Giallo: polpa di ananas frullata, limoncello (o un altro liquore al limone), scorza di limone grattugiata, pasta di limone…
  • Rosso e rosa: succo di fragole, succo di lamponi, Alchèrmes (o un altro liquore alla fragola), polpa di ciliegie frullata…
  • Verde: polpa di kiwi, sciroppo di menta, foglie di menta frullate, thè matcha in polvere, pasta di pistacchio…
  • Arancione: liquore al mandarino o all’arancia, scorza di mandarino grattugiata, scorza di arancia grattugiata, succo di arancia, succo di mandarino, carota grattugiata…
  • Viola, blu e azzurro: liquore Curacao Blu,  succo di more nere, succo di mirtilli, succo di uva nera, liquore ai frutti di bosco…
  • Marrone: polvere di caffè, polvere di cacao, pezzetti di cioccolato sciolti nel latte, cannella in polvere, pasta di nocciole…
  • Nero: carbone vegetale, liquirizia in polvere, rotelle di liquirizia sciolte in acqua…
  • Bianco: farina di cocco, latte di cocco…

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons