Loading...

Sciroppo di riso: va bene per i dolci?

Si assiste sempre più spesso al tentativo di limitare l’uso dello zucchero semolato, ossia lo zucchero bianco che siamo abituati a consumare; fortunatamente sono sempre più le alternative naturali e sane che ci vengono proposte.

Tra queste sta spopolando lo sciroppo di riso, un composto che appare leggermente più scuro del miele, derivato dalla germinazione del riso e dunque totalmente naturale, che si presta per dolcificare piatti dei vegani e di coloro che hanno a cuore la salute.

Lo zucchero semolato, infatti, subisce processi di sbiancamento e raffinazione e a livello nutrizionale è molto più povero: lo sciroppo di riso contiene molti minerali, ferro, calcio, magnesio e potassio e, a parità di peso, apporta meno calorie.

Utilizzo

Lo sciroppo di riso è un perfetto sostituto dello zucchero e del miele, per cui puoi usarlo per addolcire il tè, le tisane, le bevande, per fare una pausa dolce spalmandolo su del pane tostato, ma anche per preparare dessert, torte e prodotti da forno dolci.

Ti ricordiamo la caratteristica più importante: è un dolcificante naturale fondamentale nella cucina vegan e per i piatti gluten free (fai attenzione a non confonderlo con il malto di riso che contiene orzo), per cui se segui un’alimentazione vegetale è la scelta ideale.

Le regole di sostituzione

Se decidi di introdurre questo alimento al posto dello zucchero, devi tenere a mente poche e semplici regole; innanzitutto il potere dolcificante dello sciroppo è inferiore rispetto a quello dello zucchero e del miele, per cui dovrai aumentare le quantità.

Per il quantitativo devi seguire una semplice proporzione: considera che per ogni 100 gr. di zucchero bianco nelle tue ricette, devi sostituire con 130 gr. di sciroppo di riso, in tal modo il risultato a livello di dolcezza dovrebbe essere identico.

Siamo inoltre abituati nei dolci a mescolare le uova con lo zucchero, ma la consistenza dello sciroppo è simile a quella del miele, per cui potrai introdurlo con le uova o con i liquidi o con gli elementi grassi, come il burro o gli oli.

Alcune proposte di dolce

Seguendo la regola di sostituzione, puoi davvero cucinare tutti i dolci del tuo ricettario, per ottenere preparazioni più sane e di certo più naturali: prova a preparare biscotti secchi, plumcake, il ciambellone ma anche crostate, pasta frolla da usare come base, mousse e dessert.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons