Loading...

Uova di Pasqua, via libera al cioccolato: il cacao è anticarie

Uova di Pasqua, via libera al cioccolato il cacao è anticarieChi ha detto che le uova di Pasqua fanno male ai denti perché contengono cioccolato? E più in generale, chi ha detto che il cioccolato, e quindi il cacao, provocano la carie?

Da anni il collegamento tra carie e cioccolato è ritenuto certo, ovvio, quasi una verità religiosa.

Negli ultimi tempi però, e con un approccio più scientifico, sembra stia prendendo piede invece la teoria opposta.

La rivincita del cacao

Il Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti Universitari di Odontoiatria di Roma è arrivato a conclusioni rivoluzionarie sulla relazione fra la salute dei denti e l’assimilazione di certi alimenti.

Per decenni il cioccolato è stato accusato, a quanto pare ingiustamente, di essere il peggiore nemico dei denti.

Oggi finalmente arriva il riscatto: sono gli stessi dentisti a promuovere le uova di Pasqua.

Esperti odontoiatri, infatti, concordano nel sostenere che il cacao, avendo un’importante funzione antibatterica, non solo è un eccellente alimento ma aiuta anche a combattere la carie.

E lo zucchero? Nel cioccolato fondente amaro è praticamente inesistente.

Nel cioccolato al latte prodotto con ingredienti di prima qualità, grazie proprio alla sue proprietà antibatteriche, il cacao impedirebbe allo zucchero di danneggiare i denti.

Le uova di Pasqua

Per quel che attiene le uova di Pasqua, dal punto dei vista dei denti possiamo stare un po’ più tranquilli.

Ovviamente senza esagerare poiché l’eccessivo consumo di cioccolato potrebbe creare, come noto, altri problemi al nostro organismo, soprattutto al fegato, allo stomaco e al colon.

Senza contare che mangiando troppo cibo degli dei, trascorsa la parentesi pasquale ci si potrebbe ritrovare con qualche chilo in più.

La colomba pasquale

Invece il discorso è diverso per la famosa colomba pasquale, la quale, apparentemente innocua come nome, non lo è altrettanto da un punto di vista nutrizionale.

Quando ci accingiamo a mangiare una bella fetta di questo splendido dolce, dobbiamo sapere che i carboidrati e gli zuccheri semplici in essa contenuti, formano un mix ghiotto per l’insorgenza di un batterio chiamato Streptococcus mutans, uno dei principali motivi per l’insorgenza della carie.

Altri cibi anticarie

Gli odontoiatri che hanno partecipato al congresso hanno deciso di continuare a stupirci con altre buone notizie: altri alimenti come vino, caffè e formaggio hanno un altrettanto effetto benefico sulla nostra dentatura. Secondo gli esperti, infatti, questi cibi impediscono alla carie di attaccare i denti e aiutano a mantenere lo smalto integro.

Altri alimenti amici dei denti sono i mirtilli e lo yogurt, che riducono l’insorgenza della carie nella misura rispettivamente del 45% e del 20%. Sono molto utili alla nostra dentatura anche cicoria, verdure crude e in generale tutti i funghi.

Curiosità

C’è un’altra chicca che ci piace sottolineare: anche i chewing gum allo xilitolo sono utili ai denti perché questo zucchero inibisce la formazione dei batteri. Stesso discorso per i probiotici che normalmente integrano il latte artificiale, infatti, i fermenti lattici fungono da importanti inibitori nell’insorgenza e nella proliferazione dello Streptococcus mutans, il principale responsabile della carie.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons