Loading...

Cioccolato e caffeina: quanto darne ai bambini

Cioccolato e caffeina quanto darne ai bambiniIl cioccolato è conosciuto e amato dai bambini, che però della caffeina sono inconsapevoli.

Contenuta in alcuni alimenti e molte bibite, la caffeina entra nella loro alimentazione per via indiretta.

Ma in una sana alimentazione per bambini, quali sono le dosi consentite di questi alimenti?

I bambini e il cioccolato

Recenti studi scientifici hanno finalmente cancellato tanti pregiudizi sul cioccolato, tanto desiderato dai bambini, quanto colpevolizzato dai genitori.

E’ stato provato che il cioccolato non fa venire mal di pancia o diarrea poiché dopo un’ora nello stomaco non resta alcuna traccia di cacao. Non provoca acne.

Non fa venire la carie ai denti ma, addirittura, contenendo sostanze come tannino, fluoro e fosfati, la contrasta. Non provoca allergie: nella classifica degli alimenti allergizzanti, il cacao è negli ultimi posti.

Inoltre, grazie alla presenza di endorfine e serotonina migliora l’umore e rinforza il sistema immunitario, difendendo l’organismo da influenze e raffreddori.

Ovviamente tutti questi benefici si ottengono se si fa attenzione alla quantità. Gli eccessi sono dannosi sempre, e il cioccolato non si sottrae a questa regola.

Intanto il primo consiglio è di non dare cioccolato ai bambini nei primi due anni di vita. Quando sono così piccoli, il loro apparato digestivo non è ancora in grado di elaborare il cacao.

Dopo i due anni possono cominciare a mangiarne pochi grammi al giorno. Nell’età scolare possono arrivare a venti grammi. Ovviamente è bene scegliere per loro un cioccolato di buona qualità. Meglio se fondente.

La caffeina, le dosi giuste per i bambini

L’EUFIC, il Consiglio europeo di informazione sull’alimentazione, ha affermato che i bambini hanno la stessa capacità di elaborare la caffeina degli adulti.

Questa tesi è supportata anche da alcuni studi. E’ stato dimostrato che alcuni cibi o bevande a base di caffeina se sono consumati con moderazione non hanno effetti rilevanti sull’iperattività dei bambini.

In sostanza anche per quanto riguarda la caffeina sono le dosi massicce che possono provocare temporaneamente irritabilità o ansia. Esattamente come succede per gli adulti.

La dose di caffeina che può assumere un bambino al giorno, dipende dal suo peso. Nel caso di un bambino di venti chili, peso medio di chi ha 6/7 anni, la dose consigliata dall’EUFIC e di 100 mg al giorno.

Non sono dello stesso parere in Canada e negli Stati Uniti che ritenendo che i più piccoli potrebbero essere più sensibili alla caffeina, hanno ridotto la quantità giornaliera a 50 milligrammi.

Attenzione però: è sbagliato pensare che a queste dosi si arrivi difficilmente solo perché un bimbo non beve caffè o tè. La caffeina può essere assunta mangiando cioccolato e bevendo molte bibite gassate.

Sempre l’EUFIC stima che in un bambino di dieci anni le bevande possano apportare fino a 160 mg di caffeina al giorno.

Quando i figli sono sovreccitati o fanno fatica ad addormentarsi, la prima cosa da fare è controllare che cosa bevono. Tra le bibite a più alto contenuto di caffeina troviamo Coca-Cola, Red Bull, Monster e Burn.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons