Loading...

Confettura di castagne: come prepararla a casa

marmellata castagneLa confettura di castagne (anche detta – impropriamente – marmellata di castagne), è una golosa preparazione dolce realizzata proprio a partire da questi nutrienti e deliziosi frutti autunnali.

Una volta fatte bollire e sbucciate, le castagne vengono ridotte in purea e aromatizzate con vaniglia, scorza di limone e, volendo, con un bicchierino di liquore.

Questa cremosa confettura, oltre a poter essere spalmata su pane, biscotti o fette biscottate, si presta ad essere utilizzata per farcire biscotti, crostate e torte morbide e per realizzare squisiti dolci al cucchiaio.

Ecco ciò che vi occorre sapere per preparare a casa la confettura di castagne.

La ricetta

Ingredienti (per 2 kg di confettura)

  • 2 kg di castagne
  • 600 g di zucchero semolato
  • un limone non trattato
  • un baccello di vaniglia
  • acqua

Nel caso non abbiate il baccello di vaniglia, potete sostituirlo con un po’ di estratto di vaniglia o con una bustina di vanillina.

Se volete dare alla confettura una nota alcolica, potete aggiungere agli ingredienti appena elencati un bicchierino di Rum, di Cognac, di Cointreau o di un altro liquore a vostra scelta.

Procedimento

Dopo averle sciacquate per bene sotto l’acqua corrente, ponete le castagne – ancora con la buccia – all’interno di una pentola capiente piena d’acqua.

Fatele bollire per 15-20 minuti. Quindi, scolatele e, prima di passare alla sbucciatura, attendete alcuni minuti (per evitare di bruciarvi le dita).

Prendete in mano le castagne una ad una e sbucciatele, con l’aiuto di un coltellino affilato, cercando di eliminare anche la sottile pellicina che si trova al sotto della buccia. La ragione per cui è preferibile eseguire questa operazione quando le castagne sono ancora calde è che, una volta fredda, la buccia fatica maggiormente a staccarsi dalla polpa.

Trasferite la polpa delle castagne nel passaverdure o nello schiacciapatate e riducetela in una purea, che raccoglierete in una ciotola. Utilizzando 2 kg di castagne – pesate con la buccia – dovreste ottenere all’incirca 1,6 kg di polpa.

Tagliate con un coltello il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza e, con la lama dello stesso coltello, estraete i semini neri che si trovano all’interno del baccello. Quindi, mettete sia il baccello sia i semini in una casseruola capiente e dai bordi alti.

Versate nella casseruola anche lo zucchero semolato e 650 ml di acqua e ponete la casseruola sul fuoco.

Mescolando per circa 10 minuti con un frusta a mano o con un cucchiaio, fate sciogliere lo zucchero a fiamma moderata.

Una volta che lo zucchero si è sciolto del tutto e avete ottenuto uno sciroppo privo di grumi, aiutandovi con una pinza da cucina o con una forchetta prelevate il baccello di vaniglia.

Quindi, versate nella pentola la purea di castagne e, con un cucchiaio di legno, date una mescolata al composto.

Sciacquate sotto l’acqua corrente un limone (preferibilmente non trattato) e asciugatelo. Grattugiatene la scorza e unitela agli altri ingredienti.

Fate cuocere il tutto a fuoco basso per circa un’ora, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno, per evitare che il composto si attacchi al fondo della pentola. La vostra confettura di castagne sarà pronta quando risulterà cremosa e omogenea.

Una volta spento il fuoco, con l’aiuto di un cucchiaio trasferite la confettura, ancora calda, in barattoli di vetro a chiusura ermetica e precedentemente sterilizzati.

Riempiti i barattoli, capovolgeteli per far sì che si crei il vuoto al loro interno.

Quando la confettura si sarà raffreddata, potrete etichettare i barattoli e, quindi, riporli in un ambiente fresco, asciutto e buio.

Come conservarla

Conservata sottovuoto e al riparo da fonti di luce e di calore, la confettura di castagne si mantiene perfettamente anche per un anno.

Una volta aperto il barattolo, invece, occorre conservare la confettura in frigorifero ed è preferibile consumarla entro una settimana.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons