Loading...

La pizza di Pasqua aquilana: la ricetta

Le tradizioni sono delle ricchezze che dobbiamo cercare di non perdere ma di valorizzare perché fanno parte della storia di un territorio.

In Abruzzo, e in particolare nel suo capoluogo l’Aquila, una delle tradizioni culinarie più apprezzate è quella della colazione di Pasqua.

La pizza di Pasqua a L’Aquila

La pizza di Pasqua aquilana è un pane dolce presente in ogni tavola per la colazione della mattina della festività, insieme ad affettati, uova lesse benedette e tutta una serie di prelibatezze salate da leccarsi i baffi.

Ovviamente ogni famiglia ha una ricetta tutta sua che si tramanda da generazione in generazione e che si impara dalle solite lente e sapienti mani degli anziani aquilani che insegnano alle nuove generazioni le tradizioni del passato.

Oggi scegliamo una delle ricette più gettonate della zona per la realizzazione di questo dolce pasquale.

Ingredienti per una pizza di Pasqua

  • 500 gr di lievito madre rinfrescato;
  • 210 gr di zucchero;
  • 1 kg di farina;
  • 6 uova;
  • 1 bicchiere di olio di semi;
  • 2 bicchieri di latte;
  • Sale;
  • Un tuorlo per la decorazione;
  • Decorazioni colorate per la superficie.

Procedimento

La prima cosa da fare è creare la famosa fontana con la farina ai lati e le uova al centro. Piano piano iniziamo ad impastare questa farina con le uova, lo zucchero e il lievito.

Quando l’impasto inizia ad essere duro e difficile da lavorare iniziamo a metter a filo il bicchiere di olio di semi e il bicchiere di latte. L’obiettivo è quello di formare un panetto lavorabile, non appiccicoso e pronto per essere lasciato riposare per la lievitazione.

A questo punto dobbiamo munirci di un contenitore ampio dai bordi alti, infarinarlo ed adagiarci il composto. Questo contenitore dovrà essere coperto con uno strofinaccio pulito e dovrà essere posto a riparo da correnti d’aria per far lievitare affinché l’impasto triplichi di volume.

Serviranno almeno otto ore di lievitazione per la triplicazione del composto. Passato questo tempo, sul tavolo da lavoro infarinato stendiamo il composto e lo lavoriamo per qualche minuto ricoprendolo con il canovaccio.

A questo punto possiamo accendere il forno per far sì che raggiunga la temperatura di 180 gradi e adagiare il panetto su una leccarda oliata. Far cuocere per almeno 40 minuti facendo la prova dello stecchino.

Una volta sfornato, spennellare con il tuorlo, mettere a pioggia le decorazioni e infornare ancora per 4 o 5 minuti, far raffreddare completamente prima di mangiarla.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons