Loading...

Le caratteristiche del cioccolato al latte

cioccolato al latteIl cioccolato al latte è un composto ottenuto miscelando pasta di cacao, burro di cacao, zucchero e, infine, latte. Rispetto al fondente presenta un gusto più dolce, data la presenza di più zuccheri.

Anche la sua consistenza è meno solida perchè il grasso del latte scioglie a temperature più basse rispetto al  burro di cacao presente, in maggior misura, nel fondente.

A causa della minore presenza di quest’ultimo, il cioccolato al latte non può essere impiegato per la preparazione di dolci da forno. Per questo motivo, mentre lo si fonde bisogna stare attenti, perché è particolarmente sensibile alle alte temperature.

Ma, a proposito, come si può riconoscere il miglior cioccolato al latte? Devono essere prese in considerazione diverse componenti.

Cioccolato al latte, come riconoscere il migliore

Aspetto

Per prima cosa, bisogna valutare l’aspetto. Un cioccolato al latte che si rispetti deve presentare un colore marrone raggiante che non si avvicini ad una tonalità troppo scura. Ovviamente questo dipenderà anche dalla quantità di cacao utilizzato. 

Profumo

Da tenere in considerazione anche il profumo. Il cioccolato al latte deve offrire, prima di ogni altra cosa, una fragranza vanigliata. Il profumo del latte deve risaltare, in maniera progressiva, per poi concludersi con un tripudio di aroma di cacao.

Tatto

Al tatto la superficie dovrà presentarsi uniforme e lucente e, mai dovrebbe risultare opaca o esibire macchie non omogenee. Un buon cioccolato al latte dovrebbe sciogliersi in fretta in bocca e risultare un po’ un più pastoso di quello fondente.

Gusto

Una volta assaporato, dovranno prevalere sensazioni di piacevole dolcezza, asprezza e amarezza poi. La scarsa presenza di zucchero, infatti, testimonia una fermentazione del cacao sufficiente e di buona qualità. Nello stesso tempo, il sapore del latte deve risultare intenso e costante.

I grassi

Il cioccolato di qualità non dovrebbe, in nessun caso, contenere grassi vegetali. Per conservarlo nel migliore dei modi, in conclusione, è opportuno optare per luoghi al riparo da sorgente di calore, freschi e non umidi. Se di buona qualità, il cioccolato al latte non deve essere conservato in frigo. 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons