Loading...

Miele al posto dello zucchero: quali sono i vantaggi?

MieleLo zucchero è un alimento che va consumato con attenzione, cercando di non abusarne. Spesso, però, non se ne può proprio fare a meno.

Una delle migliori alternative allo zucchero è il miele. 

Il Miele come sostituto dello zucchero

Il miele è un prodotto naturale.

Anche se possiede comunque un elevato contenuto di calorie, è ritenuto un alimento più sano dello zucchero bianco.

La differenza sostanziale sta nel fatto che lo zucchero bianco è formato per lo più da saccarosio, mentre il miele è composto per il 55% da fruttosio, un tipo di zucchero che si trova principalmente nella frutta e che ha un indice glicemico più basso.

Le calorie nel Miele

Il miele contiene zuccheri e calorie proprio come ogni altro dolcificante. Un cucchiaino di miele commerciale naturale contiene all’incirca 22 calorie.

Di contro un cucchiaino di zucchero da cucina, invece, ne possiede 16.

Sebbene il miele contenga più calorie, il suo maggior potere dolcificante ce ne fa assumere una quantità minore.

Ad esempio, se per addolcire una tazza di latte si è soliti usare un cucchiaino di zucchero, usando il miele ne utilizziamo di meno (circa mezzo cucchiaino), mantenendo approssimativamente la stessa quantità di calorie.

Usare il Miele: quali vantaggi

Il miele ha effetti benefici naturali che lo zucchero bianco non ha.

È ricco di vitamine, minerali ed amminoacidi, antiossidanti contro i radicali liberi ed inoltre è un ottimo alleato contro la tosse ed il raffreddore.

Provendo da un processo di digestione delle api, il miele non ha bisogno di subire particolari processi di digestione una volta ingerito. Lo zucchero in esso contenuto entra subito in circolo donando vitalità all’organismo.

Tuttavia per quanti benefici possa apportare, il miele è comunque un dolcificante e in quanto tale va assunto con moderazione.

Sostituire il miele allo zucchero: i dosaggi

Lo zucchero può tranquillamente essere sostituito dal miele, facendo attenzione però a quale scegliere. Il miele millefiori e quello di acacia hanno un gusto delicato che non copre i sapori, mentre quello di castagno è più amaro e si accompagna bene con le carni di maiale e con i formaggi.

Essendo il miele più dolce dello zucchero va dosato in maniera differente nelle ricette.

È necessario diminuire il dosaggio del 20%.Questo sia per evitare di avere una dolcezza eccessiva, sia per un corretto dosaggio delle calorie e della quantità di zucchero presente.

Esempio: se una ricetta richiede 200gr di zucchero, per usare il miele dobbiamo ridurre questa quantità a 160gr (200gr – 20% = 160gr)

Siccome non possiamo pesare il miele su una classica bilancia, né tantomeno utilizzare un recipiente che lo contenga, possiamo dosare il miele mediante un classico cucchiaio da minestra.

Un cucchiaio da minestra equivale a circa 20 gr di miele. Magari impiegheremo più tempo, ma avremo un risultato più equilibrato e preciso.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons