Loading...

Tutto sul cioccolato crudo

Tutto sul cioccolato crudoNegli ultimi anni l’esigenza di un ritorno alla natura è molto avvertita.

Si preferiscono ambienti e materiali naturali e si va alla ricerca di cibo biologico non adulterato da manipolazioni chimiche.

Uno degli alimenti che si apprezza sempre di più al naturale è il cioccolato crudo.

Le proprietà del cioccolato crudo

Per gustare un cioccolato di grande qualità bisogna mangiare i semi di cacao crudo.

I semi di cacao sono ricchi di flavonoidi, i potenti antiossidanti che proteggono le nostre cellule dagli effetti dei radicali liberi.

Ai flavonoidi si  riconoscono molte proprietà benefiche: garantiscono una buona funzionalità del fegato, rafforzano le difese immunitarie, riducono il colesterolo cattivo e aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari.

I semi di cacao alle tante virtù aggiungono il vantaggio che non fanno ingrassare, non creano problemi di intolleranze, né di dipendenza o di iperglicemia.

Perché consumare il cioccolato crudo

Quando i semi di cacao sono riscaldati a temperature elevate e lavorati chimicamente come avviene nel processo industriale della preparazione del cioccolato, cambiano di sapore e perdono molte delle loro proprietà nutritive.

Inoltre, è stato provato che la cottura è anche la principale responsabile della dipendenza e di alcune intolleranze legate al consumo di cioccolato.

Il cioccolato crudo, invece, per essere commestibile non ha bisogno di essere lavorato.

Le popolazioni del Centro America consumano i semi di cacao appena raccolti, ma per renderli più digeribili a noi occidentali, si sottopongono a un procedimento di essiccazione naturale che non intacca nessuna delle loro proprietà.

Come gustare i semi di cacao

Per gustare al meglio i semi di cacao crudo, si possono abbinare a qualcosa di dolce come il miele o un frullato di mele.

Tagliati a scaglie, i chicchi di cacao sono ottimi in creme e macedonie. Una banana schiacciata con dentro scaglie di chicchi di cacao diventa una vera leccornia. Conservati nel freezer insieme al miele o altri dolcificanti, diventano un dessert rinfrescante e delizioso.

Con i chicchi di cacao combinati con miele, cereali o riso soffiato, oppure frutta secca, si forma il composto ideale per preparare barrette energetiche.

Se poi amate i sapori forti e le emozioni intense, prendete esempio dai Maya che consumavano i chicchi di cacao con il peperoncino e altre spezie piccanti o profumate.

Come pulire i chicchi di cacao

Se i chicchi restano nella loro buccia, si possono conservare anche per più di un anno. Per levare la pelle si può procedere in diversi modi.

Si possono essiccare nel forno a temperatura bassa e poi levare la pelle aiutandosi con un coltellino, oppure si lasciano a mollo per mezz’ora e poi si pelano. Se volete consumarli con tutta la pelle, lasciateli a mollo per qualche ora, e poi infornateli fino a quando la buccia diventa croccante.

Il cioccolato crudo in commercio

Il cioccolato crudo è possibile trovarlo nelle erboristerie, in tutti i negozi per salutisti e anche su Internet. Si trova sotto forma di fave di cacao già pelate o di cacao in polvere di provenienza biologica.

Il web offre una scelta più vasta. Infatti, oltre ai tipi di cioccolato crudo elencati, online si trovano tavolette, pasta al 100% di cacao, palline e schegge di cioccolato crudo. Inoltre, è possibile trovare diverse aziende che hanno già immesso sul mercato vari tipi di cioccolato realizzato con il cacao crudo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons