Loading...

Il cioccolato bianco in cucina: come scioglierlo

Cioccolato bianco

Il cioccolato bianco non è un vero e proprio cioccolato, bensì un derivato.

Tra gli ingredienti che lo compongono non compare il cacao.

Come è fatto?

È composto per lo più da burro di cacao, zucchero, solidi del latte, lecitina e aromi.

Così come per il cioccolato classico, anche per il cioccolato bianco il burro di cacao è ritenuto un ingrediente indispensabile.

Senza di esso non sarebbe possibile fargli assumere la forma desiderata.

A differenza del cioccolato al latte o di quello fondente, per la preparazione del cioccolato bianco, il burro di cacao viene deodorizzato, ovvero si corregge il suo odore originario.

Si può usare in cucina?

Il cioccolato bianco può essere utilizzato per creare numerose e deliziose ricette.

Attualmente viene utilizzato per glassare torte, preparare delle mousse, creme e salse varie.

Possiamo usarlo come decorazione, riducendolo in pezzi, scaglie o riccioli.

Infine possiamo anche scioglierlo per ottenere una deliziosa crema bianca.

Come si può sciogliere?

Il cioccolato bianco può essere sciolto in tre modi differenti, ma bisogna fare molta attenzione.

Così come il cioccolato classico, il cioccolato bianco è facilmente influenzabile dal calore di scioglimentoSottoposto ad un calore eccessivo potrebbe bruciarsi o diventare granuloso e quindi inutilizzabile. Il gusto diventerebbe fortemente alterato.

I metodi classici e più sicuri per sciogliere il cioccolato bianco sono:

  1. Scioglimento al Microonde: mettere il cioccolato fatto a pezzi in una tazza da microonde e lasciarlo sciogliere a bassa potenza per non più di 30 – 40 secondi. Infine mescolarlo per renderlo omogeneo.
  2. Scioglimento a Bagnomaria: riempire una pentola di acqua e metterla sul fuoco. Adagiare nell’acqua una seconda pentola più piccola nella quale si andrà a mettere il cioccolato a pezzi. Mescolare periodicamente fino a che non sarà completamente sciolto e cremoso.
  3. Scioglimento in Forno da cucina: versare il cioccolato a pezzi in un contenitore metallico e metterlo in forno preriscaldato a 40 gradi. Mescolare periodicamente. Il cioccolato sarà completamente sciolto dopo circa un’ora.

Come si nota, la cottura a forno è la più lenta proprio perché la temperatura di scioglimento deve essere mantenuta bassa.

Come conservarlo

Il cioccolato bianco può essere conservato in un luogo asciutto e fresco per circa un anno. Se conservato nel modo migliore, il gusto del cioccolato bianco non subirà alterazioni.

Per una corretta conservazione è consigliabile avvolgere il cioccolato in un foglio di alluminio e poi in un sacchetto di plastica richiudibile. In tal modo non perderà i propri odori.

Assolutamente da evitare il frigo o il congelatore. Le basse temperature comportano un’alterazione del sapore e della consistenza, rendendolo meno gradevole.

La temperatura ideale di conservazione è di 16 gradi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Troppodolce.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons